Formazione

Come gestire le nostre Password con una semplice applicazione

KePassX - Come gestire tutte le nostre password

con una semplice applicazione

 by Gianluca Calabria

  post 🇮🇹   time: 5min    #vlog #visualstorytelling 

Hai appena aperto la tua nuova attività e stai lavorando duramente per aumentare la visibilità sul web e per questo hai deciso di farti fare un sito, creare una pagina Facebook, una di Twitter, una di Instagram, Youtube, Vimeo… Praticamente un’infinità di account e di rispettive password che si vanno a sommare a quelle che già avevi relative ai tuoi profili personali.

 

Come fare per gestire tutte queste informazioni?

Molte persone, erroneamente, decidono di memorizzare una password soltanto e di usarla per tutti i loro account. Non c’è niente di più sbagliato in quanto basterebbe che la password fosse intercettata da qualche malintenzionato il quale avrebbe immediatamente accesso a tutta la nostra attività online. Immaginate cosa potrebbe succedere se questo stesso malintenzionato usasse GetResponse (software per gestire le mailing list) al posto vostro mandando a tutti i vostri clienti mail con contenuti spam o addirittura offensivi? Probabilmente perdereste gran parte di tutto quello che avete costruito con fatica e tempo.

 
Cosa pensereste invece se vi dicessi che è possibile tenere al sicuro al 99% (il 100% non esiste) centinaia di password dovendone memorizzare solamente due?

 

KeePassX

Per fare questo ci viene incontro l’applicazione open source chiamata KeePassX che potrete trovare a questo indirizzo https://www.keepassx.org/ e che funziona su tutte le piattaforme principali come Windows, Mac o Linux.

Andate nella sezione “downloads” e scaricate e installate la versione supportata dal vostro sistema operativo.

Una volta avviata l’applicazione vi verrà presentata una schermata di benvenuto e dovrete andare a cliccare nel menù e selezionare la voce “Nuovo Database”.

 

Nella schermata successiva vi sarà chiesto di inserire la prima delle due password di cui vi ho parlato prima e che dovrete sempre ricordare. Potete scegliere quella che volete ma il consiglio che vi do è quello di optare per una password complicata e che contenga almeno otto caratteri (sedici sarebbe meglio) costituiti da lettere sia maiuscole che minuscole e da numeri.

 

 

Ipotizziamo che la nostra password sia T4jkSD7n e inseriamola nella schermata dove compare la scritta “Cambia chiave principale” sia nella finestra “Inserisci password” che in quella “Ripeti password”. Una volta fatto clicchiamo su “Ok” in basso a destra.

 

Si aprirà una nuova schermata in cui avremo una sola cartella vuota denominata “Root”.

 

 

Dal menù selezionamo “Aggiungi nuova voce” e a questo punto si aprirà un’ulteriore schermata dove dovremo inserire tutti i dati del nostro account.

 

 

Facciamo un esempio pratico: creiamo una password per Vimeo.

Nella finestra “Titolo” scriviamo Vimeo.

Nella finestra “Nome utente” inseriamo il nome del nostro account Vimeo, ad esempio Numidio.

A questo punto dovremo inserire una password. Se avete già un account Vimeo il mio consiglio è quello di creare una nuova password che andremo a sostituire a quella vecchia che abbiamo memorizzato dentro l’account già esistente.

In KeePassX vedrete che sulla destra c’è un bottone chiamato “Gen”. Premendolo sarà l’applicazione stessa a creare una password per voi e che non sarà necessario che voi ricordiate. Suggerisco di deselezionare la voce “caratteri speciali” nella sezione “Tipi di carattere” in quanto – purtroppo – alcuni piattaforme (non Vimeo) non accettano password contenenti caratteri speciali.

 

 

Lasciamo inalterato tutto il resto e clicchiamo su “Accetta” che ci porterà nella schermata precedente. A questo punto se volete potete inserire anche l’URL di Vimeo o aggiungere delle note. Altrimenti lasciamo così com’è e clicchiamo su “Ok”.

 

 

Noteremo adesso che sulla destra sarà comparsa la voce “Vimeo – Numidio” la quale conterrà la password di Vimeo o, per meglio dire, metà della password. Intanto andiamo nel menù e salviamo il database appena creato in una cartella a nostro piacimento (che al momento contiene solo la voce Vimeo ma che in futuro conterrà tutte quelle relative ai nostri acccount). Per aprire il database sarà sufficiente che inseriate la prima password che vi avevo detto di memorizzare, nel nostro caso T4jkSD7n.

 

Vi ricordate che all’inizio dell’articolo vi avevo detto che dovevate ricordare due password? È arrivato il momento di inventarcene un’altra di almeno otto caratteri. Il mio consiglio è sempre quello di scegliere una combinazione di caratteri e numeri ma se volete potete scegliere anche qualcosa di più semplice. Ipotizziamo di aver scelto la parola poltrona (una parola a caso).

 

Adesso andiamo su Vimeo e creiamo il nostro account oppure modifichiamo la password di quello già esistente. Apriamo il nostro database KeePassX (che si troverà nella cartella in cui abbiamo deciso di salvarlo) inserendo la chiave principale  T4jkSD7n.

 

 

Con il mouse posizionamoci sulla voce “Vimeo” e con il tasto destro clicchiamo su “Copia password”. All’interno di Vimeo, dove dovremo andare a inserire o a modificare la nostra password, clicchiamo con il tasto destro su “Incolla”. A questo punto verrà copiata la password memorizzata all’interno di KeePassX alla quale aggiungeremo di seguito la parola poltrona (possiamo decidere di mettere la parola poltrona anche all’inizio o dopo il secondo o il terzo carattere a nostro piacimento, l’importante è che ci ricordiamo sempre la sua posizione).

Una volta salvata possiamo fare la stessa procedura per tutti i nostri account i quali probabilmente saranno decine ma le uniche due password che dovrete ricordarvi saranno T4jkSD7n e poltrona. Ogni account avrà però un’ulteriore password segreta generata da KeePassX stesso e che sarà ben complicata ma che non è assolutamente necessario che voi ricordiate.

 

A questo punto un malintenzionato, per poter rubare il vostro account, dovrà conoscere almeno due delle vostre password: la combinazione.

T4jkSD7n + poltrona oppure la combinazione passwordgeneratadaKepassX + poltrona.

 

Direi a questo punto che è piuttosto difficile che subiate il furto di uno dei vostri account.

Volendo KeePassX ci dà anche la possibilità di esportare il nostro database in un file di testo con le password generate automaticamente in chiaro e che potremo decidere di stampare e custodire in un posto sicuro. Se anche qualcuno dovesse trovare il database necessiterebbe di conoscere la parola poltrona per entrare in uno qualsiasi dei vostri account.

Se doveste sospettare che qualcuno abbia avuto accesso al vostro database vi basterà cambiare le password generate automaticamente da KeePassX e ricordarvi di modificarle anche all’interno del relativo account.

 

La presente guida è solo a titolo informativo. Numidio declina ogni tipo di responsabilità eccetera eccetera... 😉

 

 

Note sull'autore:

Gianluca Calabria è sceneggiatore ed editor video. Si occupa da oltre 10 anni di scrittura, sceneggiatura e filmmaking per produzioni di vario genere. 

 

 

 

Foto credits: Header Photo by NeONBRAND on Unsplash