cover piattaforma e-learning numidio

Costruire piattaforma di e-Learning nel tempo record di 15 giorni

Lo scenario

L’emergenza del coronavirus ha stravolto la vita di tantissime persone. Anche il settore della formazione, nel quale lavoriamo da anni, è stato fortemente toccato dalla pandemia.

Due importanti scuole d’infermieristica di Roma si rivolgono a noi per la necessità di disporre di una loro piattaforma web per la formazione a distanza, tramite le video lezioni.

L’urgenza

Il principale fattore critico di questo lavoro è l’urgenza. Per le due scuole è fondamentale perdere il minor numero di giornate possibili. Quindi, chiarite le necessità con i due Clienti con appositi meeting online, provvediamo subito a costruire la piattaforma web tramite le quale erogare la formazione.

Le due scuole hanno percorsi didattici simili ed i due referenti si conoscono e collaborano da anni. Optiamo, quindi, per realizzare un’unica piattaforma di e-Learning ma con due accessi distinti per le classi dei due istituti.

Photo by Erik Mclean on Unsplash

infermieri del futuro

Le richieste e i parametri da rispettare, però, non sono affatto semplici.

1. Strumenti gratuiti: le scuole chiaramente non hanno preventivato un budget per queste emergenze e quindi occorre utilizzare strumenti digitali e software gratuiti (o quasi) per contenere le spese;

2. formare velocemente i docenti: occorre formare velocemente i docenti all’uso dei software per le video lezioni e tanti docenti non sono alfabetizzati all’uso degli strumenti digitali e dei software appositi;

3. soluzioni alternative alle lezioni in diretta: i docenti sono principalmente infermieri e molti sono impiegati in modo straordinario negli ospedali per fronteggiare l’emergenza coronavirus con turni di lavoro molto lunghi e non possono così garantire sempre la presenza per le video lezioni in diretta

Strumenti Gratuiti

Mentre procedono i lavori per la costruzione della piattaforma web (che deve contenere delle aree di accesso alle lezioni in forma riservata con un’apposita password per gli studenti), individuiamo subito una serie di strumenti gratuiti o a costi estremamente contenuti necessari per gestire tutte le procedure per erogare le lezioni, in particolare optiamo subito per due strumenti: GetResponse e Cisco Webex

GetResponse: è il software professionale per la gestione della newsletter, necessario per le comunicazioni dirette ai docenti ed agli studenti (che suddividiamo in liste in base alle classi di appartenenza).

Cisco Webex: un software gratuito che consente di riunire gratuitamente fino a 100 partecipanti per meeting online, utile per le lezioni in diretta. Prevede anche il ruolo dell’organizzatore e del relatore (ovvero il docente) che può parlare ai partecipanti anche in video, inviare in tempo reale materiali didattici, condividere con gli studenti la visione del proprio schermo  e mostrare le proprie slides per condurre la lezione.

Formare i docenti

Per accelerare l’avviamento dell’attività didattica online occorre formare i docenti. Decidiamo di lavorare “a cascata”.

Ci concentriamo all’inizio sulla formazione dei referenti delle due scuole, con dei meeting online dedicati. A loro due inviamo le procedure ben scritte per la gestione delle lezioni online, con i passaggi in sequenza, comprese le indicazioni su come caricare i contenuti didattici nella piattaforma, che nel frattempo ha preso forma. Il nostro obiettivo in questa fase è renderli quanto più autonomi possibili per fare in modo che trasmettano le informazioni agli altri docenti.

Loro due si fanno portavoce con i loro colleghi ed iniziamo a testare la risposta degli altri docenti. Purtroppo, però, per alcuni docenti la lotta per fronteggiare quest’emergenza richiede un maggior impegno di ore di lavoro negli ospedali come infermieri e non riescono a garantire la loro presenza per le dirette online. Come procedere?

Soluzioni alternative alle lezioni in diretta

L’idea è chiaramente consentire ai docenti di poter registrare le lezioni da casa negli orari per loro più comodi ed inserirle poi nella piattaforma per una formazione degli studenti “on demand”. Per risolvere questo problema identifichiamo subito in Vimeo la piattaforma migliore per il caricamento di video che devono essere criptati al pubblico esterno ma fruibili solo dagli studenti interne delle due scuole. Prepariamo anche in quest’occasione un piccolo manuale per la gestione del caricamento delle video lezioni sulla piattaforma da parte dei due referenti.

Ai docenti suggeriamo varie modalità e software gratuiti per registrare le video lezioni da casa, ovvero sia per la registrazione dello schermo del proprio computer che della propria voce in simultanea con le proprie slides sullo schermo (es. Active Presenter per Windows, Quicktime per il sistema Mac, ecc.).

Ai docenti suggeriamo d’inviare le video lezioni registrate tramite la piattaforma Wetransfer.com che prevede l’invio di files fino a 2 giga gratuitamente. Questi files devono essere inviati ad un’apposita casella e-mail creata ad hoc per l’occasione, con la funzione anche di mappare tutti i materiali ricevuti e di segnare i docenti che hanno inviato i loro contenuti didattici.

La piattaforma è “Ready to use”

Dopo due settimane di lavoro intenso, il sito web www.formazioneinfermiere.it con le relative aree d’accesso e con i primi contenuti didattici è pronto a tempo record per gli studenti, che iniziano a seguire le loro lezioni tramite questa proposta di formazione a distanza.

Il sito web rimane a disposizione per gli studenti ed evolve verso una piattaforma di formazione stabile per gli infermieri.

 

Questo è il risultato finale del nostro lavoro.

Contattaci per avere maggiori informazioni

Compila il form seguente per chiederci informazioni o per ricevere un preventivo personalizzato

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.