Lip Trill e Humming: come potenziare la voce

Lip Trill e Humming, come potenziare la voce

Come ti ho promesso nel mio ultimo articolo, oggi voglio darti ancora due strumenti molto importanti (e davvero conosciutissimi nell’ambito dell’esercizio vocale) per riscaldare la tua voce.

Nello specifico, i prossimi esercizi sono utilissimi sia per riscaldare la voce prima di una performance canora, sia per risvegliare e rafforzare la voce parlata, anche prima di una giornata che ne prevede un uso prolungato.

Ognuno di questi esercizi, come quelli che trovi nel mio ultimo articolo, non possono essere svolti senza avere attenzione nei confronti del respiro.

Se hai problemi di respirazione o non sai proprio da dove iniziare, scrivi o commenta, produrrò un contenuto ad hoc per aiutarti a potenziare la tua respirazione!

Ed ora, passiamo alle presentazioni!

Ti presento due alleati della tua voce, due strumenti che, se svolti correttamente, ti apporteranno un beneficio istantaneo ed enorme: il LIP TRILL e l’HUMMING!

Sono sicura che, se sei appassionato di voce e dei suoi utilizzi, ne avrai sicuramente sentito parlare. Allora, come al solito, scegli un abbigliamento comodo ed una postura adeguata (ricorda sempre la schiena dritta!) ed inizia a sperimentare anche tu queste due tecniche fenomenali per scaldare e preparare la tua voce all’azione!

LipTrill e Humming – Photo Credit Canva Pro

IL LIP TRILL

Perché si fa?

Quante volte hai avuto la sensazione che la tua voce fosse debole, anche nel parlare ad esempio di fronte ad un pubblico? Una sensazione davvero spiacevole, giusto?

Hai avvertito la tua gamma vocale inadeguata, poco incisiva, magari e hai pensato che per te sarebbe stato impossibile prendere l’attenzione del pubblico.

Ci sono sicuramente molti modi con cui possiamo catalizzare occhi (ed orecchie) della nostra audience su di noi. Moltissime, infatti, sono le tecniche che incrementano l’efficacia del public speaking.

Tuttavia, pensare di approcciarsi al parlare in pubblico senza dare cura ed attenzione alla voce è come sperare di fare un lunghissimo viaggio in macchina senza mettere prima la giusta quantità di benzina! La voce è il nostro biglietto da visita, soprattutto quando è parte integrante dei nostri strumenti di lavoro.

Ecco, il Lip Trill è lo strumento perfetto per potenziare la tua voce in modo sicuro e senza sforzi. Ti aiuterà ad ampliare la tua gamma vocale e a rendere più incisiva e voluminosa la tua resa. Inoltre, a lungo andare, ti aiuterà a sviluppare la consapevolezza, necessaria, che la respirazione è strettamente collegata all’emissione del suono.

Come si fa?

Innanzitutto, alla base di ogni esercizio c’è, appunto, il respiro!
In una posizione comoda, inspira avendo cura di visualizzare l’aria come “risucchiata” nella tua pancia.

Poi, lasciando morbida la mandibola e senza serrare i denti, espira dalla bocca, ma, invece di tenere socchiuse le labbra, permetti che ci sia un contatto leggero tra di loro.

Praticamente, produrrai un effetto molto simile ad una “pernacchia”.
Porta la consapevolezza sul tuo respiro e ripeti più volte questa prima partedell’esercizio.

Sviluppo dell’esercizio

Se hai fatto il lip trill nel modo giusto, sentirai, anche da fermo, una sensazione di “pizzicorio” alle labbra, dovuta alla loro vibrazione! Ora, puoi provare ad abbinare al movimento di labbra e aria anche un suono.
Inspira e posiziona le labbra allo stesso modo. Stavolta, però, invece di espirare normalmente e di emettere soltanto aria, prova ad espirare emettendo un suono, idealmente, una “U”.

Mentre svolgi l’esercizio, rilassati, e soffia delicatamente, senza forzature!

Trucco magico!

Se l’esercizio non ti riesce perché non riesci a mantenere un buon flusso d’aria e quindi non riesci a produrre l’effetto “pernacchia”, potrebbe dipendere sia da un uso scorretto dei tuoi muscoli addominali durante l’espirazione, sia da un po’ di “pigrizia” dei muscoli del volto. Ti consiglio, allora, di massaggiare in senso circolare guance e zigomi e di ripetere l’esercizio. Oppure, di posizionare le due dita, l’indice destro ed il sinistro, rispettivamente ai lati della tua bocca, all’altezza delle guance. Per molti, questo piccolo trucco si rivela molto utile!

L’Humming – Photo Credit Canva Pro

L’HUMMING

Perché si fa?

L’humming rappresenta l’esercizio più completo ed efficace per riscaldare la voce ed ha una potenza tangibile e riscontrabile nell’immediato, se svolto correttamente.

Come spesso accade con le cose che fanno davvero bene, i benefici dell’humming sono molteplici! Innanzitutto, l’humming è il perfetto indicatore dello stato di salute della voce. Infatti, se già appena inizi a praticarlo senti che ti richiede molto sforzo, saprai subito di avere bisogno di maggior riscaldamento prima della tua “performance” canora o parlata, oppure, saprai che necessiti di riposo, a seconda dei casi. Sviluppando nel tempo un po’ di consapevolezza, l’humming ti aiuterà a comprendere esattamente di cosa ha bisogno la tua voce. Inoltre, ti permetterà di attivare la tua voce delicatamente, ma in modo incisivo. L’humming è la prima “marcia” del tuo cambio! Se lo sfrutti bene, sarà il lancio perfetto per quelle successive!

Una piccola raccomandazione

Svolgere l’humming correttamente non è semplice, dunque, NON ARRENDERTI!

Datti tempo e fiducia e, ovviamente, se hai dubbi specifici non esitare a scrivermi, sarò felice di darti un consiglio personalizzato!

Come si fa?

Innanzitutto, non mi stancherò mai di scriverlo, parti dalla respirazione! Ricorda sempre che la respirazione sarà sempre alla base del corretto uso della tua voce, che sia cantata o che sia parlata.

Per svolgere l’humming dovrai pronunciare una “M” prolungata, avendo cura di tenere le labbra leggermente socchiuse, ma mai serrate, per evitare inutili tensioni. Inoltre, dovrai tenere gli angoli delle tue labbra leggermente sollevati, quasi ad imitare un sorriso.

Questa posizione ti aiutera a “proiettare” in avanti, verso l’esterno, aria e suono, in un atteggiamento vocale che solleverà la laringe da ogni tensione.

Un buon indicatore del corretto svolgimento dell’esercizio è rappresentato dal “solletico” che avvertirai tra labbra e narici.

Ricapitolando:

Inspira dal naso riempiendo la pancia come fosse un palloncino, poi “sorridi” sollevando angoli della bocca e zigomi ed emetti una “M” prolungata.

Rilassa il volto, rilassa la lingua e il collo.

Durante tutta l’esecuzione dell’esercizio, presta attenzione al tuo corpo e chiediti: è davvero rilassato o ho delle tensioni?

Questo ti aiuterà ulteriormente a sviluppare la propriocezione necessaria per il corretto riscaldamento della tua voce!

Trucco magico!

Se ti accorgi di sentire tensione a livello del volto, prova ad emettere la M mentre “mastichi”, come se avessi in bocca una gomma da masticare!

O… come se fossi una mucca! Mentre “mastichi”, prova ad imitare un suono che sembri dire “MMM che buono!”, lo so: inizialmente ti sembrerà buffo, ma questo piccolissimo esercizio ti aiuterà a sciogliere ed attivare i muscoli del volto!

Eccoci qui, al termine di questo articolo in cui ti ho presentato due alleati unici per il tuo riscaldamento vocale! Ovviamente, fammi sapere se li hai provati e che sensazioni ti hanno dato!

AUTRICE

Valentina Rettaroli

Docente di voce artistica e esperta di public speaking

Articoli Correlati



Shopping cart0
There are no products in the cart!
Continua a fare acquisti
0
GDPR Cookie Consent with Real Cookie Banner